Dopo un lunghissimo periodo senza pioggia con temperature quasi costantemente sopra la media, sembrerebbe profilarsi, per il prossimo week end, una pausa abbastanza fresca accompagnata (forse) da una passata temporalesca. Ancora è molto presto per entrare nei dettagli, occorre valutare l’entrata nei nostri mari della saccatura nord-atlantica. Un diverso posizionamento, anche di pochi km, da quanto prevedono i modelli oggi, significa che potrebbero esserci effetti ben diversi da quello che in questo momento potremo valutare. Al momento sembrerebbe che le zone più interessate da questo “break” dell’estate possano essere quelle del nord-est, le centrali adriatiche compreso il tratto appenninico e le zone interne della Toscana e poi a seguire le regioni meridionali. Al seguito del fronte temporalesco entrerebbero correnti fresche di grecale che nella nostra zona porterebbero molto vento ma anche una veloce ripulitura dei cieli. Quello che sembra quasi certo è il ridimensionamento termico fino a valori leggermente sotto la media.
Ecco la situazione barica per le prime ore di domenica, con la saccatura che sembra aver una traiettoria troppo orientale per interessarci in maniera diretta:

Ecco la situazione per lunedi, con veloce miglioramento in arrivo da ovest, con ripresa dell’anticiclone azzorriano che sembra ricucire la ferita, almeno in Toscana e al Nord, con isobare disposte in modo tale da far affluire i venti di grecale specie nei versanti esposti:


Ecco le possibili precipitazioni (da prendere con lo dovute cautele, perché possono variare decine di volte…) per la tarda mattinata di domenica.

Vi aggiorneremo senz’altro sulla proiezione futura. Un break all’estate ma non certo la sua fine……
Alessandro Nardi